Come operiamo

Innanzi tutto la CONDIVISIONE della sofferenza, la rottura della solitudine. Scoprire di non essere soli, constatare anche in altri lo stesso tipo di condizioni, situazioni dolorose, è di per sè un fatto terapeutico; il ritrovarsi periodicamente è cosa di grande valore.

Svolgere un’attività di INFORMAZIONE che tocchi I diversi aspetti della malattia mentale, della terapia, della riabilitazione, dell’accesso ai servizi.

OFFRIRE una guida ai nuovi servizi che vengono offerti ai familiari: partecipare alla cura, condividendone il progetto, non in maniera antagonista, ma collaborativa.

ORGANIZZAZIONE e PARTECIPAZIONE a iniziative rivolte all’opinione pubblica, poiché una società informata può essere più accogliente e solidale, superando il pregiudizio e la discriminazione, i principali ostacoli che le persone con disturbi mentali debbono affrontare oggi.

ACCOGLIENZA, ASCOLTO, ACCOMPAGNAMENTO dei familiari nel difficile percorso di condivisione della sofferenza.

 DOPO DI NOI, sta diventando una legittima preoccupazione. Fintanto che chi si occupa del paziente ha la capacità fisica e mentale per poterlo fare, non si pone il problema, ma quando ciò,   non accade più e il paziente non ha  nessuno, c’è la necessità concreta di creargli un supporto anche di tipo giuridico e fiscale che lo assista nel difficile mondo della burocrazia.

ATTIVITA’ E PROGETTI IN CORSO

  • Libera il tempo (2015);

  • Animazione al CRM (2015);

  • Formazione familiari (2010);

  • Dall’inserimento al lavoro, all’autonomia (2005/06);

  • Lavoro e Psiche (2009/2014)

Associazione di familiari per i familiari dei malati psichici